Aprire conto corrente

Quanto tempo ci vuole per aprire un conto corrente?

Per conto corrente intendiamo qui il conto aperto in banca. Quindi la domanda è

Quanto tempo ci vuole ad aprire un conto in banca?

 

Mentre qualche tempo fa si poteva benissimo vivere senza avere un conto corrente, da qualche anno questo è diventato di fatto obbligatorio, in quanto la circolazione di contante, ed i pagamenti oltre o 999€, sono diventati oggetto di attenzione da parte degli organi di polizia tributaria e dell’Agenzia delle Entrate.

L’assurdo limite di contante è stato poi innalzato a 3000€. La legge che voleva scoraggiare l’evasione fiscale, in realtà ha favorito gli istituti bancari, e costretto tantissime persone ad accreditare lo stipendio in banca. Inutile dire che in questo modo hanno concesso agli istituti di credito un potere assoluto sulle finanze di gran parte della popolazione italiana.

Al di la di quanto detto, sicuramente avere un conto in banca offre numerosi vantaggi. Tra quelli più importanti la possibilità di utilizzare un bancomat, una carta di credito, la velocità transazioni, la possibilità di chiedere un prestito e naturalmente la tranquillità di lasciare i propri risparmi al sicuro.



Comunque essendo di fatto obbligati a dover depositare i propri soldi, viene il dubbio se ricorrere ai classici istituti di credito oppure a quelli on line. Vediamo quanto tempo ci vuole ad aprire un conto corrente.

Quale conto aprire: on-line o in Banca?

Bisogna distinguere tra conti correnti on line e quelli per così dire classici.

Nel secondo caso l’apertura è più veloce perché consegnerete direttamente all’impiegato i documenti firmati, mentre per quelli on line, i documenti vanno spediti, per cui i tempi si allungano.

 

L’apertura del conto in una filiale, solitamente è immediata dopo la sottoscrizione del contratto e aver depositato una quantità di denaro.

Quello che necessita di alcuni giorni è l’invio dei codici pin delle carte di credito e bancomat

La differenza tra le banche fisiche e quelle online sta invece nei costi di gestione.

In effetti i conti online sono molto più convenienti, specialmente perchè non si pagano commissioni sui prelievi di contante, non si paga il fisso mensile, ma soprattutto non si fanno file allo sportello, essendo interamente gestibile dal computer.

Negli ultimi tempi, per fortuna, anche le banche “classiche” si sono adeguate ai tempi, dando la possibilità di gestire conti e pagamenti direttamente dal web.

Ma non a tutti piace questa smaterializzazione. Infatti sono in tanti a preferire gli sportelli fisici e l’interazione umana con cassieri ed impiegati, anche se dovranno fare la fila.

 

Quanto tempo ci vuole ad aprire un conto

 

 

Ma non stiamo qui a sindacare sui pro ed i contro dei conti online, compito nostro è determinare quanto tempo ci vuole ad aprire un conto corrente.

La risposta è

Aprire conto corrente in una filiale

Immediato dopo la sottoscrizione del contratto (e versamento contanti sul conto) ti rilasciano il codice iban e gli strumenti per utilizzarlo on line.

Aprire conto corrente on line

Qualche giorno per ricevere e verificare i dati.

In tutti e due i casi bisognerà attendere ulteriormente per ricevere carte di credito e pin.

Vi invitiamo a verificare sempre le condizioni sia delle banche fisiche che quelle online, prima di sottoscrivere i contratti.

Leggi anche come aprire un conto all’estero

 

 

 

Lascia un commento