Arrivare su Marte con il Falcon Heavy di Musk

Il lancio di 2 giorni fa dello Space X Falcon Heavy, di Elon Musk, potrebbe aver aperto una nuova era dell’esplorazione spaziale.

Qualche tempo fa avevamo pubblicato un post dal titolo “Quanto tempo ci vuole per arrivare su Marte?”    




Il Falcon Heavy riscrive la storia dei viaggi spaziali accorciando  il tempo necessario per arrivare sul pianeta rosso.

L’azienda di Musk sta spendendo decine di milioni di dollari per il progetto ogni anno, con la stima di 10 miliardi di dollari fino al 2024.

Si prevede che entro la fine del 2018 la maggior parte degli ingegneri di Musk lavoreranno su questo progetto, il cui’obiettivo finale è colonizzare Marte.

Quanto tempo ci vuole ad arrivare su Marte con il Falcon Heavy di Musk?

SpaceX  prevede di inviare la sua prima missione cargo su Marte nel 2022, e nel 2024 un equipaggio umano. Rendiamoci conto dei tempi di realizzazione di questa missione: tra soli 6 anni l’uomo camminerà sul suolo marziano!

Musk crede che la sua nave sarà in grado di gestire il viaggio da Terra a Marte in soli 30 giorni già nel 2024.

Davvero sorprendente se si pensa che il punto di distanza più vicino tra la Terra e Marte è 54,6 milioni di kilometri, ovvero 9.800 volte la distanza tra Londra e New York.

La corsa al Pianeta Rosso

La missione marziana di Musk sembra aver dato nuovo vigore alle missioni spaziali, tanto da spingere altri concorrenti a cimentarsi con sistemi di propulsione nuovi per gestire i viaggi spaziali in tempi più brevi.

Uno tra questi è la NASA, che intende battere il tempo di Musk grazie ad una tecnologia di propulsione che utilizza un flusso di fotoni – invece del carburante- per spingere un veicolo spaziale.

Per ora gli scienziati stanno sperimentando questa tecnologia solo su piccoli prototipi, e siamo ancora lontani dal suo utilizzo per spingere una grande nave spaziale. Secondo la NASA nel futuro prossimo, il tempo di viaggio di una piccola imbarcazione da 100 kg per Marte potrebbe essere ridotto a soli tre giorni.

Per tutti i fanatici dello spazio

Non possiamo che essere contenti di questi ultimi sviluppi, e salutiamo con piacere questa nuova corsa allo spazio verso Marte, proprio come ai tempi della guerra fredda, quando la minaccia di una guerra termonucleare terrorizzava la popolazione. Sarà solo un caso?

Un particolare non irrilevante

Le migliorie tecnologiche che aumenteranno la velocità di trasporto al di fuori nello spazio, renderanno efficienti anche il trasporto di merci e persone sul pianeta. Forse stiamo assistendo all’alba di una nuova era nei trasporti in generale e non solo nello spazio.

Lascia un commento