per abbronzarsi

Siamo in estate, e come tutti gli anni le nostre spiagge sono piene di bagnanti che si sdraiano al sole per abbronzarsi.



Ma quanto tempo ci vuole ad abbronzarsi, ovvero quanto tempo è necessario per avere una invidiabile tintarella?

Quali sono i fattori principali da prendere in considerazione?

  1. Colore della pelle
  2. Coordinate geografiche

Colore della Pelle

Il colore della pelle scuro indica presenza elevata di melanina. Questo si attiva con i raggi del sole e dona il colore bruno. Ovviamente una carnagione scura indica una maggiore presenza di questo elemento e accorcia di molto il tempo necessario.

Coordinate geografiche

Le coordinate geografiche, sono importanti perchè l’intensità del sole dipende anche dalla posizione geografica, ovvero dall’inclinazione dei raggi solari. Inoltre chi si trova d’estate, sulle spiagge europee, ha più ore di sole disponibili rispetto a chi si trova ai tropici dove il sole tramonta prima ma sono più intensi.

Detto questo bisogna sfatare alcuni miti:

Non è vero che esporsi tra le 12 e le 15,30 fa abbronzare più rapidamente.

Il sole in questa fascia oraria è molto caldo e la quantità di raggi nocivi è alta, e quasi nessun prodotto riuscirà a proteggere efficacemente a lungo la vostra pelle dalle scottature. In caso di esposizione bisogna spalmare la crema ad intervalli regolari di 1 ora

Il miglior momento per esporsi al sole sono le ore del mattino tra le 8 e le 12 e poi dalle 4 fino al tramonto.

Fare una pausa durante le ore più calde da alla pelle la possibilità di evitare inutili e dannosi stress, favorendo così una abbronzatura più duratura, senza sofferenze.

Quanto tempo ci vuole per abbronzarsi?

Chi ha una pelle più scura necessita di poco tempo, ma per avere un’ abbronzatura duratura deve esporsi continuativamente per almeno 5 giorni.

Chi ha la carnagione chiara invece ha bisogno di molto più tempo, sia perchè ha una minore concentrazione di melanina, ma anche perchè deve fare molta attenzione alle scottature, per cui per una abbronzatura duratura, ha necessità di esporsi continuativamente per almeno 7/10 giorni consecutivi.

Cibi che favoriscono l’abbronzatura

Ci sono alcuni cibi che aiutano ad avere una tintarella invidiabile e riducono leggermente i tempi per abbronzarsi.

 

Tra gli alimenti che aiutano di più troviamo le carote, ricche di carotene, albicocche, radicchio, melone giallo, cocomero, pesche, pomodori e sedano.

Vi suggerisco di visitare questo articolo della Coldiretti che contiene consigli sull’alimentazione durante il periodo estivo

 

 

Protezione a scalare per abbronzatura duratura

Inoltre le creme protettive devono essere più alte i primi giorni e poi man mano che ci si abbronza bisogna scendere.




Per esempio il primo giorno è consigliabile usare una protezione alta tra i 40 e 50, poi scalare fino ad una protezione più bassa, (mai sotto protezione 10) facendo sempre attenzione a non dimenticare di spalmarsi la crema protettiva.

La sera utilizzare un dopo sole e delle creme idratanti e soprattutto dare alla pelle la possibilità di stare al buio aiuta a far fissare l’abbronzatura.

Super Abbronzante

Se hai poco tempo c’è una soluzione rapida ed economica: i super abbronzanti.

I super abbronzanti sono delle creme solari in vendita nelle farmacie che grazie alla loro composizione riducono i tempi necessari ad avere una pelle più scura.  L’unica avvertenza è acquistare prodotti di qualità riconosciuta ed evitare marche poco conosciute.

Provate questa in offerta al 50% su Amazon

 

Lascia un commento