Per diventare ricco

Quanto tempo ci vuole per diventare ricco

Come si suol dire, (forse a torto) il tempo è denaro. Ma quanto tempo ci vuole ad accumulare i soldi e diventare ricco? E’ una domanda molto difficile a cui rispondere perché dipende da tantissimi fattori.

Iniziamo dal primo

Cosa vuol dire essere ricco

Vi siete mai chiesti cosa vuol dire essere ricco? Cosa spinge la gente  già ricca a continuare ad accumulare per esserlo ancora di più. Cos’è la ricchezza?



Essere ricco vuol dire avere molto denaro, tantissime proprietà, ed ovviamente un grande potere. Se lo pensiamo bene chi diventa ricco, lo diventa per il modo in cui pensa al denaro, per come analizza la realtà, e soprattutto per la sua capacità di progettazione del futuro. Uno dei segreti della ricchezza sta proprio nella pianificazione, lasciare poco al caso. Pensiamo ad una idea in grado di anticipare i tempi. Che sia un marchingegno o una ispirazione sulle fluttuazioni della finanza, averla non basta: bisogna saperla realizzare!

Escludiamo da questa ricerca chi diventa ricco per caso, come nella lotteria, Enalotto o grazie allo zio d’America. Aggiungiamoci che chi si arricchisce in modo repentino, spesso dilapida il patrimonio acquisito trovandosi ancora più in difficoltà.

Uno degli incubi di chi ha molto denaro è ritrovarsi improvvisamente senza soldi. Chi è ricco teme la povertà, allo stesso modo di come un uomo del nostro tempo avrebbe paura di tornare a vivere in una caverna.

 

Diventare ricchi è una questione di tempo?

Si, certamente il tempo gioca un ruolo fondamentale, ma il detto il tempo è denaro è forse uno dei più ingannevoli al mondo.

Il tempo scorre soltanto in una direzione, mentre il denaro ha due vie, in positivo e in negativo, entrata ed uscita. Saperle dominare porta ad un uso virtuoso del denaro e a porre le basi di una futura ricchezza.

Entrate ed uscite, sembra un concetto semplice, ma non è così. Spesso vengono confuse, e quest’errore può portare al dissesto finanziario.

 

Per la cronaca, Il tempo perso non si recupera mai, il denaro perso si…se si ha tempo!

 

Quando si è ricchi?

La risposta è facile: quando non è più necessario impegnare il proprio tempo per guadagnare, e le entrate sono costanti. Certo  arrivarci è difficile, specialmente se si parte da situazioni svantaggiate.

Per situazioni svantaggiate intendo principalmente fattori sociali , perché  il problema principale è la cultura del denaro, il vero ostacolo è l’educazione!

Ovviamente chi proviene da una famiglia di imprenditori, è abituato a  percepire il denaro in modo diverso da una famiglia di impiegati o di operai che vivono per il salario.  Questo fattore è importante perché gioca su quanto tempo può impiegare una persona a diventare ricca. Se ha la forma mentale già predisposta, ovviamente impiegherà meno tempo di chi commetterà molti errori rischiando di naufragare.

La meta. Già! Sembra che avere le idee ben chiare su un progetto sia fondamentale per la sua riuscita, così come non disperdersi in tanti progetti diversi che non portano a nulla. Importante è focalizzare, progettare, valutare tutte le sfaccettature, modificarlo magari, ma indirizzare tutte le energie alla sua riuscita.

Il denaro è funzionale alla riuscita del progetto, ma viene dopo, perchè la soddisfazione di essere andato in porto darà linfa vitale alla determinazione. Non bisogna neanche scoraggiarsi di fronte alle difficoltà.  Anche per questo è importante pianificare bene, proprio per visualizzare in anticipo le difficoltà e gli ostacoli e trovare una soluzione positiva.

Consigli su come diventare ricco

Se cercate sul web come diventare ricco, troverete una infinità di articoli. In realtà molti stanno cercando di vendervi qualcosa. Non dico che sia una cosa negativa, magari davvero riuscirete a guadagnare con il Trading, o con i Bitcoin, anzi sicuramente se ci saprete fare visto gli ultimi sviluppi, ma quando leggo alcuni articoli, sembrano quei servizi tv in cui danno i numeri del lotto vincenti, e mi viene da pensare: se sono vincenti perchè non se li giocano loro?

Convincetevi: nessuno vi viene a cercare per farvi diventare ricco! L’uomo per natura è egoista. Dubitate di chi vi fa promesse e contate solo su voi stessi ed il vostro progetto.

Credo che il consiglio migliore sia leggere, informarvi sempre, imparare dagli altri.

In passato credevo che i libri motivazionali fossero roba per sciocchi, che le motivazioni bisognava trovarle da solo. Non è così.  La presunzione non paga mai! C’è sempre qualcuno che può insegnarvi qualcosa. Ci sono moltissimi libri che possono aiutare e che possono colmare la lacuna educativa sul denaro.

Letture consigliate per iniziare

 

Il libro che vi consiglio di leggere è il primo in assoluto scritto con lo scopo di educare la capacità di arricchirsi. Scritto da Napolen Hill alla fine degli anni ’20: Pensa ed arricchisci te stesso. Sempre attuale perchè la ricchezza non è mai diversa nella storia, e segue le stesse regole. Hill sostiene, dopo aver intervistato circa 500 uomini di successo, di aver trovato degli elementi che accomunano queste persone e la formula mentale per imitarli.

Un altro testo che mi è stato consigliato è padre ricco padre povero. Questo libro, molto scorrevole e piacevole da 

leggere, è uno dei più letti al mondo sull’argomento. Non solo spiega con chiarezza la differenza fondamentale tra entrate ed uscite, ma mostra la diversa percezione del denaro e del tempo tra un imprenditore e un impiegato pubblico. Inutile dire che lo scrittore è diventato ricco grazie ai diritti d’autore. Un best seller che non può mancare nella vostra biblioteca.

Potrei proseguire con molti altri testi, ma credo che uscirei troppo dal tema del post presente. Ed ovviamente quelli che ho presentato sono un granello di sale nello sconfinato oceano della letteratura sull’argomento.

 

Ma allora quanto tempo ci vuole a diventare ricchi?

Non c’è un tempo specifico perchè la ricchezza è un concetto relativo. Ci sono miliardari mai sazi che perseguono la ricchezza con tutti i mezzi ed imprenditori che sbarcano il lunario in mille progetti senza giungere a nulla. Se vuoi sapere quanto tempo ci vuole devi pensare in modo diverso, ovvero a quanto tempo impiegherai tu a realizzare il tuo progetto di libertà economica.

Esempi da imitare

Ho conosciuto persone molto ricche, sia in Italia che all’estero. Devo dire che i ricchi che si trovano all’estero sono più stimolanti, per il semplice fatto che moltissimi di loro sono partiti da zero, ed i loro racconti sono più istruttivi. Ho avuto l’onore di conoscere e di frequentare un uomo che per molti anni della sua vita ha lavorato come libero professionista, e a 50 anni ha deciso di rimettersi in gioco quando ha avuto ben chiaro il suo progetto. Ha saputo sfruttare le sue capacità e la sua visione del futuro ed ora è un uomo molto ricco. Quello che ammiro di più in lui non sono i soldi, ma il fatto che non ha lasciato indietro la sua famiglia: è riuscito a conciliare gli affetti con il suo lavoro.  Conosco invece diversi imprenditori che si moltiplicano in 1000 progetti diversi; il comune denominatore di questi è la fallimentare vita affettiva. Si coinvolgono talmente profondamente in quel che fanno, che perdono di vista fattori determinanti per il proprio equilibrio. E la famiglia è forse uno dei più importanti.



Detto questo se vuoi sapere quanto tempo ci vuole a diventare ricco, non aspettare che te lo dica io. Prendi carta e penna inizia a tirare giù il tuo progetto, non ci metterai un giorno, magari ci vorranno mesi per avere una prima bozza, da li in poi potrai iniziare a capirlo.

Per quanto mi riguarda in questo momento sto perseguendo il mio progetto personale. Non dico che mi renderà ricco, non ci tengo, quello che cerco è l’indipendenza economica dal lavoro e liberare il mio tempo.  Per me la vera ricchezza è quella, ma è una mia idea personale.

Fabio Spaturno

 

 

Lascia un commento