Ricevere Trattamento di Fine Rapporto (TFR)

Quanto tempo ci vuole per ricevere TFR?

TFR è l’acronimo di Trattamento di Fine Rapporto, ovvero la liquidazione che spetta al lavoratore che a qualsiasi titolo cessa il rapporto di lavoro. Che si tratti di licenziamento o di dimissioni, il trattamento di fine rapporto deve essere elargito al lavoratore entro un termine preciso.



Come si calcola il trattamento di fine rapporto

Il calcolo del trattametno di fine rapporto (TFR) si definisce basandosi sui giorni e le ore maturate durante tutto il periodo di lavoro.
Per questo è uguale all’ammontare della retribuzione spettante per l’anno di cessazione divisa per 13,5. In caso di mesi uguali o superiori a 15 giorni l’importo è frazionato. Qui su questo sito troverete informazioni più dettagliate.

Come riscuotere il TFR

Il lavoratore può riscuotere la somma in diversi modi:

  • Esigerli per intero
  • Riscattare una quota o tutta la somma presso il fondo previdenziale

 

Tempi di liquidazione

Il trattamento di fine rapporto è dunque obbligatorio, in quanto rappresenta l’ammontare del denaro accumulato durante tutti gli anni lavorativi, e deve essere elargito non appena si verifica la cessazione del rapporto di lavoro, nel rispetto dei termini previsti dai Contratti Collettivi Nazionali di categoria.

Per il settore terziario il Pagamento del Trattamento di Fine Rapporto deve essere elargito entro 30 giorni dalla fine del rapporto lavorativo. La categoria del commercio prevede la corresponsione entro 45 giorni.

Termini di pagamento del TFR Dipendenti Pubblici: secondo il Dl. 138/2011, i dipendenti della Pubblica Amministrazione ed ex Inpdap, che scelgono a partire dal 13/08/11, la cessazione del rapporto di lavoro rispetto alla pensione di vecchiaia, percepiscono la liquidazione del Tfr dopo 24 mesi.

Per i lavoratori del pubblico impiego il tempo di pagamento varia a seconda della motivazione della cessazione del rapporto

  • Dopo 105  giorni (3 mesi e mezzo) se causata da decesso o inabilità del dipendente.
  • Dopo 6 mesi  per raggiungimento dei limiti di età o per termine del contratto a tempo determinato.
  • Dopo 24 mesi in caso di dimissioni volontarie con o senza diritto a pensione, licenziamento o destituzione.



Cosa fare in caso di mancato pagamento del TFR

Decorsi i tempi utili, il datore di lavoro dovrà effettuare il prima possibile il pagamento all’ex dipendente, aggiungendo gli interessi calcolati fino al giorno dell’avvenuta liquidazione.

Il dipendente ha il diritto ad  esigere il pagamento della somma inoltrando una lettera di sollecito ed eventualmente procedere ad azioni legali.
In casi estremi ( x es. fallimento di un’azienda e licenziamento collettivo) quando effettivamente il datore è impossibilitato ad elargire il trattamento di fine rapporto, il pagamento viene effettuato attraverso un FONDO di Garanzia, istituito al fine di provvedere al pagamento. In questo caso il pagamento avviene entro 60 giorni.

 

La risposta a quanto tempo ci vuole per ricevere il TFR è: in media dai 30 ai 60 giorni, o dai 6 mesi ai 105 giorni per i lavoratori pubblici.

Vi consigliamo di leggere questo sito per notizie più approfondite sul tema.

 

Lascia un commento