Cancellare un tatuaggio

Cancellare un tatuaggio

Quanto tempo ci vuole per cancellare un tatuaggio?

C’è chi si tatua per moda, chi per dare un messaggio, per un senso estetico, addirittura chi lo fa per amore. Ma cosa succede se l’amore finisce e volete cancellare per sempre il ricordo dal cuore a dalla vostra pelle?

Come fare e soprattutto quanto tempo ci vuole per cancellare un tatuaggio?

I tatuaggi non sono tutti uguali, per colore, estensione, profondità dell’inchiostro, pertanto non possiamo dare una risposta univoca sui tempi di cancellazione, ma al massimo possiamo fornire una idea approssimativa basandoci su un tatuaggio”standard”  di circa 15 cm. di colore nero.

Cancellare un tatuaggio, quali sono le tecniche usate

Tra le tecniche più economiche ed indolore c’è il cover up,  ovvero coprire il tatuaggio con un altro partendo dal disegno originale, quindi non si elimina il tatuaggio ma lo si nasconde sotto ad un altro. Ci si affida alle capacità artistiche del tatuatore, ed il tempo impiegato sarà quello necessario alle sedute per completare il disegno.

Ultimamente va di moda il tatuaggio All Black, ovvero un tatuaggio, senza nessun disegno e completamente nero a ricoprire una parte del corpo.

Altro metodo è il laser o  ancora meglio, Il Picolaser che sta per Laser picosecondi: una moderna tecnologia che polverizza l’inchiostro in particelle fino a renderle invisibili.

Rispetto al laser tradizionale ha bisogno di meno sedute e non lascia cicatrici. In questo caso il tempo previsto può andare dalle 2 alle 4 sedute, da ripetersi 1 massimo 2 volte alla settimana

Tatuaggio cancellato al Picolaser

Terzo metodo è la Dermoabrasione. Già il nome la fa sembrare dolorosa!!! La parte di pelle tatuata viene levigata con una spazzola o una mola abrasiva, in modo da far fuoriuscire l’inchiostro. La procedura non è molto lunga e in un paio di sedute potreste risolvere il problema, ma l’area dove c’era il tatuaggio potrebbe farvi male per un periodo dai 7 ai 10 giorni, e sfortunatamente potrebbe anche non cancellare completamente il tatuaggio.

Rimozione chirurgica

Sicuramente il metodo più rapido per cancellare un tatuaggio è la rimozione chirurgica.

Consiste in una vera e propria operazione effettuata in anestesia locale, che lascerà comunque una cicatrice ed avrà un tempo di degenza.

 In pratica il dermatologo asporterà la parte di pelle con il disegno per poi ricucire. Anche in questo caso il percorso post cancellazione durerà qualche settimana nelle quali dovrete usare delle pomate antisettiche.   Questo tipo di rimozione comunque è consigliabile per piccoli tatuaggi.

Cicatrice dopo rimozione chirurgica

Se invece, per qualche motivo dovete nascondere un tatuaggio, una soluzione temporanea è usare un fondotinta dello stesso colore della vostra pelle.

Ricordate che a parte il tempo necessario per cancellare un tatuaggio, dovrete pensare alla spesa che supererà di molto il costo del tatuaggio stesso.

Non utilizzate soluzioni fai date, perché potreste procurarvi infezioni o allergie, ed il risultato potrebbe essere peggiore del tatuaggio  Importantissimo: rivolgetevi a dei professionisti, in particolare a dermatologi.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =