Maturità 2023, calendario prove

Maturità 2023, calendario prove

Le date per l’esame di maturità 2023 sono state annunciate. La prima prova si terrà il mercoledì 21 giugno, mentre la seconda prova si svolgerà il giovedì 22 giugno.

Le discipline per la seconda prova sono state specificate. Le prove suppletive sono programmate per il 5 luglio e il giorno successivo. Inoltre, sono state comunicate le date degli esami di terza media per il 2023.

Dopo la seconda prova scritta, gli esami orali inizieranno il lunedì o il martedì successivo.

Le commissioni ascolteranno circa cinque/sette candidati al giorno e concluderanno entro le prime due settimane di luglio.

Quest’anno, l’esame di maturità si svolgerà secondo il formato tradizionale, con prove scritte ministeriali seguite da un colloquio. L’unica eccezione rispetto all’esame pre-vocazionale riguarda il completamento delle ore di PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento), che non sarà un requisito di ammissione come stabilito dall’Ordinanza del Ministero dell’Istruzione. All’interno del colloquio poi ci sarà anche spazio per il PCTO, l’educazione civica e i progetti futuri. 

L’esame orale della maturità 2023 segue le prove scritte e rappresenta un momento di dialogo per gli studenti. Di solito, gli orali iniziano il lunedì successivo alle prove scritte, con la commissione che ascolta cinque candidati al giorno. È importante rassicurare gli studenti che l’orale non deve essere un interrogatorio esteso, ma un’occasione per approfondire i collegamenti tra le diverse materie e discutere di educazione civica e progetti futuri, inclusi i percorsi per le competenze trasversali (ex alternanza scuola-lavoro).

Durante l’esame orale, il candidato si siederà di fronte alla commissione d’esame.

Inizialmente, saranno valutate le competenze acquisite dallo studente nelle discipline oggetto d’esame. Al candidato verrà assegnato un argomento di partenza da cui dovrà collegare in modo multidisciplinare le varie materie.

Quanto tempo dura l’orale?

Saranno poi poste domande dalla commissione e verranno corrette le prove scritte. In generale, l’esame orale dura circa 50-60 minuti, ma la durata può variare se la commissione è particolarmente stanca. Il colloquio si apre con l’analisi di un materiale scelto dalla commissione, come un’immagine, un testo, un documento, un problema o un progetto, che viene sottoposto al candidato.

In bocca al lupo a tutti

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 − 5 =