Il modo più semplice e veloce per ottenere l’identità digitale, lo SPID

Il modo più semplice e veloce per ottenere l’identità digitale, lo SPID

L’identità digitale con lo Spid ormai (come abbiamo detto qualche articolo fa), è diventata obbligatoria. Mentre per la popolazione più giovane è di facile accesso ed utilizzo, il problema si presenta per le persone anziane.

Abituate a fare la fila agli sportelli, e a parlare direttamente con un operatore questa rivoluzione per loro rappresenta qualcosa di sconcertante.

Se alcuni sono disposti ad imparare, altri si rifiutano proprio di utilizzarlo, anche perché trovano molte difficoltà al primo passo, ovvero non sanno e non riescono ad attivarlo!

Quindi è necessario per loro offrire un cammino il più possibile meno tortuoso, rendendo più facile l’accesso a questa tecnologia.

Anche perchè è necessario per tutti i servizi con la pubblica amministrazione, compresa l’inps.

Nel post precedente, parlando di quest’argomento vi abbiamo consigliato di aprire l’account attraverso Poste Italiane, in realtà ci sono soluzioni ancora più rapide, e come sapete noi siamo attenti al fattore tempo!

Una delle soluzioni più agili per ottenere l’identità digitale è attraverso il portale di InfoCert.

Già la pagina per come è strutturata, è comprensibile e di facile utilizzo, perchè si presenta come una infografica a scorrimento in unica pagina.

identità digitale tabaccheria
Clicca sul link per scegliere la tua tabaccheria

Infocert, attivazione Spid dal tabaccaio

Dalla Home basta scorrere in basso e cliccare su InfoCert Id Personale. Da li si viene indirizzati ancora più giù, dove bisogna scegliere il tipo di riconoscimento.

L’opportunità che offre Infocert rispetto ad altri, è che il riconoscimento per attivare lo Spid, si può fare dal tabaccaio! L’importante è che sia dotato di un terminale SISAL, proprio quello che si usa per giocare al Super Enalotto. Così tra una giocata e un altra, nonna può attivare la sua identità digitale pagando 7,99€ senza impelagarsi con diavolerie elettroniche e strani marchingegni incomprensibili.

Comunque prima di procedere con l’identità digitale, nonno e nonna devono per forza avere una loro email personale, ed infatti in basso alla pagina, dopo aver scelto la procedura che culmina con il riconoscimento presso un tabaccaio, troverete i campi per registrarvi inserendo email e password.

Fatelo e seguite le istruzioni!

In alterativa se si è in possesso di una carta di identità elettronica è gratis. Ma siamo sicuri che in molti, anche se è a pagamento preferiranno la semplicità, e come dire, una certa familiarità con il fatto di farlo di persona e non attraverso uno schermo.

Se dovete fare una email è semplicissimo basta andare a questo link di google mail, scegliere il nome del proprio indirizzo, la password e seguire le istruzioni.

Insomma non è così complicato…per noi che mastichiamo pane e digitale, ma sicuramente quelli più attempati non riusciranno nell’impresa senza un aiuto.

Aiutare i nonni a fare queste cose è doveroso oltre che un segno d’affetto nei loro confronti. Proprio a questo proposito i nonni, le persone disabili e in generali i soggetti deboli, possono delegare, un nipote, un figlio, o una persona di fiducia, per essere supportato nelle procedure telematiche a suo nome, compreso il riconoscimento, ovviamente presentando una delega scritta (copia documento firmato con la dicitura delego …etc…etc)

Comunque nel caso in cui non si ha a disposizione un nipote volenteroso, basta recarsi al proprio CAF di zona: lì sicuramente riusciranno ad aiutarvi.

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 8 =