Risarcimento assicurazione: quanto tempo ci vuole?


In questo articolo per risarcimento assicurazione intendiamo quella automobilistica, la RCA.

l tempi per ricevere un risarcimento danni da sinistri stradali, da parte delle compagnie assicurative, variano a seconda dei casi.

I fattori che incidono sui tempi sono

  • la dinamica dell’incidente
  • la presenza di danni fisici ai conducenti

Vediamo nel dettaglio quanto tempo ci vuole per il risarcimento dei danni nei due differenti casi.

Risarcimento assicurazione danni ai veicoli

In caso di incidente tra due veicoli che non ha causato gravi danni fisici alle persone coinvolte (meno di 9 punti di invalidità), si può avviare la procedura per risarcimento diretto.

In questo caso a risarcire il danno è l’assicurazione del danneggiato, che poi si rivarrà su quella della controparte.

I tempi sono: 

  • 30 giorni se le parti hanno entrambi firmato il modulo di constatazione amichevole (CID)
  • 60 giorni, se la controparte non ha voluto firmare

Dopo 15 giorni dai termini sopra indicati, la compagnia effettua la perizia sul veicolo per quantificare l’entità dei danni e determinare il corrispettivo economico. Dopodichè sottopone al danneggiato una proposta di risarcimento.

Tale proposta, se non soddisfacente, può essere respinta, e il danneggiato, dopo un tentativo di conciliazione, può far causa all’assicurazione.

Intanto si può comunque incassare la somma a titolo di anticipo!

I tempi si allungano se invece la procedura del Risarcimento diretto non può essere avviata, perchè occorre che venga reso pubblico il verbale dell’incidente.

I tempi di pubblicazione del verbale vano dai 90 giorni, ai 120 giorni in caso di feriti.

Una volta accertate le responsabilità si avrà la proposta di risarcimento da parte dalla compagnia della controparte.

Risarcimento assicurazione danni fisici alle persone

Risarcimento assicurazione danni fisici alle persone

Qui i tempi sono molto più lunghi.

I danni fisici gravi (oltre 9 punti di invalidità) devono essere valutati da un medico legale, che dovrà stabilire l’entità dei danni subiti dalla parte lesa, e da terze persone coinvolte.

Come detto sopra, in caso di feriti possono volerci anche 120 giorni per il verbale. Nell’attesa del verbale si possono espletare le visite mediche per l’accertamento dei danni fisici subiti.

Una volta in possesso dei risultati delle visite, il medico legale dell’assicurazione visita il danneggiato, e dopo 15 – 30 giorni fornisce un rapporto dettagliato. Anche se la parte lesa è guarita

Da qui si passa al calcolo del risarcimento, basandosi sui danni biologici, sulla base di tabelle.

Se vi interessa conoscere l’entità del rimborso spettante potete calcolarlo su questo sito

La somma dipenderà da fattori come

  • Età
  • Giorni di Prognosi
  • Punti di invalidità

A cui si dovranno aggiungere gli importi anticipati per spese mediche, visite e cure.

Solitamente i danni fisici vengono rimborsati in un secondo momento, rispetto quelli materiali.

Avviene però in una sola soluzione se interviene il Fondo delle vittime della strada, nel caso in cui la parte colpevole non è assicurata.

Risarcimento, alla fine quanto tempo ci vuole?

30 giorni dopo i tempi necessari ad espletate tutte le procedura,(verbale, visite, visita medico legale assicurazione, calcolo dei danni)

Quindi in caso di risarcimento diretto i tempi sono dai 30 ai 60 giorni.

In caso di Feriti Gravi i tempi si dilatano fino a 9 mesi circa, se tutto fila liscio.

Per evitare di attendere più al lungo del previsto, e di non vedersi riconosciuto un rimborso congruo, sarebbe bene farsi seguire da uno studio legale specializzato in infortunistica stradale.

Scopri quanto tempo ci vuole per smaltire l’alcol

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + 15 =